Rottweiler – Addestramento, Carattere, Cura, Salute & Prezzo

la guida sul cane tedesco rottweiler - Addestramento, Carattere, Cura, Salute & Prezzo (1)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

*Questo articolo potrebbe contenere pubblicità o link di affiliazione.

Indice Dei Contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Questa è una guida dettagliata (e lunga) sulla razza canina tedesca Rottweiler.

    In questo articolo tratterò i seguenti argomenti:

    • Storia e origine del cane Rottweiler
    • Aspetto fisico e caratteristiche standard della razza
    • Salute e patologie del Rottweiler
    • Diverse varianti della razza
    • Stile di vita del rottweiler e se è adatto alla vita da appartamento
    • Prezzo medio di un cucciolo 
    • Alimentazione, toelettatura e cura del pelo
    • Carattere, temperamento e socialità della razza
    • Come si comporta il Rottweiler con i bambini, con altri cani, con sconosciuti e con il padrone
    • L'importanza dell'addestramento per questi cani
    • E Molto altro.

    Introduzione & Nozioni generali 

    La guida sul cane rottweiler 1

    Un nome, una garanzia. Quando si pensa ad un cane da guardia, una delle prime immagini che si materializzano nella nostra mente è quella di un Rottweiler.

    Un cane dalla tremenda prestanza fisica, dall’inaudita ferocia e dal letale istinto protettivo … Ci sei per caso cascato? Ebbene, il Rottweiler è senza dubbio uno dei cani da guardia più celebri al mondo ma, allo stesso tempo, anche uno dei meno compresi.

    Come tante altre razze che condividono i medesimi compiti o le medesime caratteristiche fisiche, anche il Rottweiler soffre di un pregiudizio lungo decenni che lo vedrebbe come animale intollerante, aggressivo e altamente pericoloso.

    Tutti questi epiteti hanno creato diffidenze nei confronti di un cane che al contrario, se addestrato ed educato correttamente, presenta un carattere completamente diverso. 

    Se sei capitato su questo articolo probabilmente stai valutando l’adozione di un piccolo Rottweiler, o magari cerchi qualche informazione in più su quello che già possiedi.

    Qualunque sia la motivazione ti invito a continuare la lettura per scoprire tutto ciò che c’è da sapere su questa magnifica e incompresa razza.

    Storia e origine del Rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 2

    Il Rottweiler è un molosside europeo di origine antichissima. I suoi antenati venivano impiegati già nell’antica Roma come cani da guardia o da pastore, e fu proprio assieme ai Romani che essi varcarono il confine alpino e si stanziarono nel cuore dell’Europa.

    A seguito del crollo dell’Impero questo cane rimase molto diffuso presso le popolazioni teutoniche, che continuarono a servirsene come razza da difesa personale e della proprietà, da pastore e talvolta anche per l’impiego bellico.

    La definizione vera e propria dei tratti della razza avvenne nella cittadina di Rottweil. A seguito di diversi incroci con razze locali, questo cane divenne estremamente popolare presso i macellai e i mandriani, che lo impiegarono come animale da guardia, da servizio e talvolta da traino.

    All’inizio del Novecento il Rottweiler conobbe poi la propria definitiva consacrazione quando venne selezionato come cane d’utilità dalle forze dell’ordine e, successivamente, si diffuse notevolmente anche presso normali nuclei familiari.

    Già dai primi decenni del XX secolo comunque erano nati club di estimatori e allevatori che conservarono i primi standard di razza di questo cane.

    Aspetto fisico e caratteristiche standard del rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 3

    In questo paragrafo ci occuperemo dei canoni imposti nel modello tedesco di questa razza canina:

    1

    1. Dimensioni e corporatura

    Il Rottweiler è un cane di taglia medio-grande, dalla corporatura estremamente robusta e dalla spiccata prestanza fisica.


    I maschi variano in altezza, misurata al garrese, fra i 61 e i 68 cm, con un peso medio di circa 50 kg.


    Le femmine invece si attestano fra i 56 e i 63 cm in altezza, con un peso medio leggermente inferiore pari a 42 kg circa.


    Altezza e lunghezza dell’animale dovrebbero comunque corrispondere, anche se non in maniera perfetta, donando al Rottweiler  un aspetto armonioso nelle forme e nelle proporzioni, capace di grande forza fisica, resistenza ma anche elasticità.


    2

    2. Testa

    Il cranio del Rottweiler è di media lunghezza e ben sviluppato in larghezza. 


    La fronte dell’ampio capo è leggermente convessa, così com’è ben sviluppata la zona occipitale della scatola cranica. Lo stop fra muso e capo è ben marcato. 


    Il muso del Rottweiler non è né troppo più lungo né più corto del cranio, e si sviluppa dalla canna nasale rettilinea e ampia che procede assottigliandosi man mano che si avvicina al largo tartufo nero.


    La bocca dell’animale è caratterizzata da nere labbra aderenti e da una forte dentatura completa, con chiusura a forbice, circondata dai forti muscoli della mascella. 


    Zigomi e guance del cane sono ben pronunciate, gli occhi a mandorla e di colore bruno, le orecchie di medie dimensioni, triangolari, attaccate alte sul capo e ai lati di esso pendenti.

    3

    3. Busto e arti

    La grande testa del Rottweiler viene sostenuta da un collo poderoso e muscoloso, dal quale poi scende in maniera regolare la linea dorsale dell’animale fino alla groppa leggermente arrotondata.


    La corporatura del cane è estremamente robusta: a partire dall’ampio torace si hanno le massicce spalle oblique di circa 45°, da cui partono poi i dritti e fra loro paralleli arti anteriori. 


    I posteriori godono di una potente muscolatura, soprattutto all’altezza della coscia, e sono ben proiettati all’indietro.


    Fra di loro gli arti posteriori restano comunque ben distanziati e paralleli, caratterizzati da un garretto non esattamente dritto. 


    Le zampe del Rottweiler sono tutte ben chiuse, dotate di dita corte e arcuate, cuscinetti fermi e unghie nere regolari. 


    La coda, che procede direttamente dalla linea dorsale del cane, è di forma rettilinea pressoché regolare e viene portata o ben eretta (talvolta lievemente arcuata) o pendente se l’animale è a riposo.

    4

    4. Pelo e tinte

    Per ciò che riguarda il mantello del Rottweiler esistono dei rigidi canoni estetici ben definiti.


    Il manto dev’essere dotato di un pelo superficiale di lunghezza medio-corta, ben aderente al corpo, liscio e duro, a cui deve sottostare un fitto strato di folto sottopelo.


    La colorazione del manto dev’essere rigorosamente e immancabilmente nera, caratterizzata da alcune “focature” che variano dal bruno al rossiccio intenso.


    Queste focature tipiche del Rottweiler si concentrano sugli zigomi, appena sopra gli occhi, sul muso, sul petto fin sotto il collo, sugli arti così come all’attaccatura della coda.


    Chiazzature mal definite o dalle tonalità differenti non sono in alcun modo accettate per lo standard di razza. 

    Varianti del Rottweiler

    2 cuccioli di rottweiler

    Esiste un’accesa polemica riguardante una variante di razza per così dire “semiufficiale” del Rottweiler.

    Alla variante tedesca del cane, il cui standard è quello accolto come ufficiale nel mondo intero, se ne contrappone una statunitense, cosiddetta americana.

    Cinofili e allevatori di tutto il mondo non riescono a concordare se quest’ultima vada considerata come razza (o sottorazza) a sé piuttosto che come vera e propria variante del Rottweiler.

    Questo perché, oltre alle visibili differenze fisiche, negli USA non esiste un’autorità che regoli la selezione razziale del Rottweiler, di conseguenza incroci con altri cani che in Europa non sarebbero mai ammessi vengono tutt’oggi effettuati. 

    In ogni modo il Rottweiler americano si distingue dal suo parente tedesco in quanto a dimensioni, risultando abbastanza più alto e pesante, ma anche in quanto a forme, essendo meno compatto, dalla figura più slanciata, snella e armoniosa.

    Il muso del Rottweiler americano è più affusolato e allungato, al contrario della coda portata molto spesso corta, a causa della perpetrazione di pratiche di mutilazione in Europa non più legali.

    Allevamento del Rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 8

    Sebbene nello standard di razza non si facciano vere e proprie distinzioni fra linee d’allevamento, è vero che anche per i Rottweiler quest’ultimo sortisce alcune differenze.

    Non si può certo negare che, per quanto un buon allevamento debba premurarsi di proseguire i tratti distintivi e migliori della razza, esemplari più portati all’esposizione così come esemplari più portati all’esercizio lavorativo esistono.

    La distinzione è comunque molto meno marcata rispetto ad altre razze e da essa non dipendono sensibili variazioni rispetto allo standard razziale.

    Salute e patologie del Rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 4

    Il Rottweiler è un cane di costituzione robusta e vigorosa e, anche per queste ragioni, gode generalmente di buona salute.

    Nonostante ciò, come per molti cani di grandi dimensioni, la sua aspettativa di vita media si colloca fra gli 8 e i 10 anni e anche questa razza non è esente da alcune patologie e condizioni comuni.

    Ecco di seguito alcune fra le malattie più frequenti che colpiscono il Rottweiler:

    • Displasia dell’anca e del ginocchio: patologie sia congenite che acquisite che possono portare ad artriti, forti dolori, zoppia o vera e propria disabilità per il cane. Possono essere diagnosticate, così come può essere verificata la predisposizione genetica, mediante test veterinari appositi.
    • Osteosarcoma: forma di tumore che colpisce l’apparato scheletrico dell’animale, ne mina l’integrità ossea e, com’è purtroppo evidente, può portare alla morte.
    • Stenosi aortica: una malattia che determina un restringimento dell’arteria aortica e che può produrre affaticamento eccessivo, sincopi e persino la morte del Rottweiler. Può essere eliminata mediante operazione chirurgica.
    • Torsione dello stomaco: sindrome comune a molti Rottweiler riguardante lo sviluppo dello stomaco. Questa malformazione dev’essere corretta mediante operazione chirurgica onde evitare problematiche quali salivazione eccessiva, affaticamento eccessivo, nausea e vomito frequenti e altri disturbi.
    • Malattie degli occhi: patologie e malattie degenerative riguardanti l’apparato oculare sono frequenti nei Rottweiler, fra cui la cataratta, l’atrofia progressiva della retina e l’entropion.

    Come e dove far vivere un Rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 9

    Data la sua mole e la sua prestanza fisica non si può certo affermare che il Rottweiler sia il perfetto cane da appartamento.

    Nonostante ciò non sono gli spazi domestici a rappresentare il vero ostacolo, aggirabile mediante una generosa serie di passeggiate quotidiane e di esercizio fisico, ma la solitudine. 

    Il Rottweiler è un cane che ha bisogno della costante presenza e attenzione del padrone o di altri membri della famiglia, sia per adempiere ai propri compiti che per svagarsi in giochi.

    La solitudine può veramente determinare danni psicologici e comportamentali al cane irreparabili, che oltre alla mera compagnia necessiterà di una presenza forte, coerente ed equilibrata di leadership costante da parte del padrone. 

    Nel caso non si fosse capito il Rottweiler non è proprio il cane adatto a cinofili e padroni di cani alle prime armi.

    Prezzo e costi di Un cucciolo Di Rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 5

    Un cucciolo di Rottweiler proveniente da un allevamento sicuro, serio e certificato può attestarsi a un prezzo che va dai 600 ai 1000 euro circa. I prezzi di mantenimento di questo cane non sono poi particolarmente bassi. Sia a livello economico che a livello di tempo infatti il Rottweiler comporterà un notevole impegno, specialmente per ciò che concerne l’alimentazione e le visite veterinarie.

    Toelettatura e cura del pelo del rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 7

    Il manto del Rottweiler non richiede particolare impegno o dedizione per essere curato, ma solo qualche generico accorgimento.

    In periodi normali una spazzolata settimanale dovrebbe essere sufficiente, soprattutto se fatta con strumenti a dentellatura fitta ma corta. 

    In periodo di muta invece, che cade stagionalmente in primavera e in autunno, si dovrà procedere con una spazzolata al giorno onde agevolare il ricambio del sottopelo.

    Lavaggi frequenti non sono richiesti, ma sono da valutare in base alle specifiche attività svolte dal cane.

    Alimentazione del rottweiler

    Alimentazione e dieta BARF per cani - Nutrizione del cane a base di carne cruda, ossa carnose, pesce crudo, organi, viscere, frutta e verdura 10

    Più di tanti altri cani, l’alimentazione per il Rottweiler è qualcosa di fondamentale. In primo luogo per la sua grande stazza, che dev’essere raggiunta gradualmente di modo che lo scheletro possa svilupparsi in concomitanza col resto del corpo.

    In secondo luogo per la lieve tendenza di questi cani ad ingrassare se alimentati in maniera scorretta o fatti esercitare insufficientemente.

    Infine, tanto in considerazione dell’apporto energetico richiesto dal cane quanto in vista della predisposizione a malattie gastrointestinale, l’alimentazione deve basarsi su nutrienti ben calibrati e di ottima qualità.

    Per fare ciò è necessario rivolgersi ad un veterinario serio e competente.

    Carattere del Rottweiler

    La guida sul cane rottweiler 6

    Eccoci arrivati al nodo cruciale di questo articolo. Proprio perché attorno al Rottweiler aleggiano gli echi di voci, dicerie e storie pregne della presunta ferocia di questo cane è bene soffermarsi sui suoi tratti caratteriali in modo particolare.

    Prima di addentrarci nei dettagli di questo ambito è bene fare subito una precisazione: il Rottweiler, come tutti gli altri cani, è un animale. 

    Come tutti gli animali risponde primariamente ad istinti naturali e “artificiali”, fra cui quelli inculcatigli dall’uomo. 

    In questo particolare caso stiamo parlando di un cane addestrato per millenni alla difesa: di cose, persone, bestiame o altro poco conta.

    Da un cane da guardia ci si aspetterà un istinto da tale, perciò imparagonabile a quello di altre razze canine, ad esempio i retriever.

    Per questa ragione è sempre doveroso considerare il Rottweiler per ciò che è: un cane da guardia, da difesa e da compagnia familiare. 

    Gli istinti aggressivi e difensivi di questa razza saranno certamente molto più acuiti rispetto a quelli di altri cani, ma non per questo significa che essi siano bestie feroci, cattive, incontrollabili e assetate di sangue.

    La controllabilità, o viceversa l’incontrollabilità, di un cane dipendono sempre e in grandissima parte dal padrone, dalle sue capacità educative e dalla sua comprensione realistica della natura del proprio cane. 

    Per questo motivo ti presenterò il Rottweiler per quello che è: un cane dal fisico e dal carattere forti, potenzialmente pericoloso se non educato correttamente, ma di scorza tenera e dal grande senso di affetto familiare.

    1

    1. Temperamento e socialità del Rottweiler

    Il Rottweiler è un cane dal temperamento forte almeno quanto i suoi muscoli. Si tratta infatti di un cane determinato, leale, dedito al proprio compito, intelligente e inesauribilmente coraggioso. 

    Il baricentro della sua esistenza sarà il padrone e la sua famiglia più in generale, rispetto ai quali proverà un’affezione assoluta. 

    Non mancherà mai inoltre di venir meno ai propri compiti, sarà sempre desideroso di compiacere il proprio padrone e di difenderlo da ogni insidia, ma non per questo disdegnerà coccole o momenti di gioco.


    La natura di questo cane è, com’è facile intuire, estremamente protettiva e da questo ne dipenderà un suo costante stato di attenzione.


    Il Rottweiler non sarà sull’attenti ogni momento della sua vita, ma difficilmente si lascerà sfuggire un dettaglio che indichi anche solo un remoto pericolo per i suoi cari.


    Proprio per questa sua istintualità è bene che venga educato e addestrato molto presto, facendolo socializzare con cani e persone diverse e smussare questa sua naturale diffidenza.

    2

    2. Rottweiler coi bambini

    Il Rottweiler ama spassionatamente la propria famiglia ma, se proprio bisognasse individuare i suoi soggetti preferiti all’interno del nucleo familiare, questi sarebbero senz’ombra di dubbio i bambini.


    Oltre al padrone quest’ultimi sono i pupilli del Rottweiler, oggetti preferiti del loro istinto protettivo e soggetti altrettanto privilegiati per i momenti di gioco e svago. 

    Non parliamo solo di un cane socievole con i più piccoli, ma dotato anche di grande pazienza, spirito di compagnia e volontà di protezione. 

    Se educato correttamente, e se non trascurato eccessivamente rispetto ai pargoli, il Rottweiler saprà rivelarsi uno dei migliori cani per la sicurezza dei propri piccoli.


    L’intelligenza e la protettiva affettuosità del cane sono sicuramente due grandi punti a suo favore, tuttavia è bene sottolineare quanto sia cruciale il ruolo dell’addestramento in questo caso: il Rottweiler è un cane estremamente forte e, soprattutto in tenera età, potrebbe non rendersi conto della pericolosità di alcuni suoi comportamenti.

    3

    3. Rottweiler con gli altri cani

    Quando si parla di altri cani invece si tocca un po’ un tasto dolente per ciò che concerne la natura dei Rottweiler.


    Questa razza non dimostra infatti grande socievolezza nei confronti dei propri simili canini, sia per istinto protettivo sia per una naturale tendenza all’imposizione tipica di molti cani di stazza grande.


    • Quando si parla di cani estranei bisogna tener sempre conto la regola d’oro del buon padrone: mai perder di vista il Rottweiler nelle sue interazioni.
      Perché questi cani non risultino eccessivamente aggressivi o prevaricatori nei confronti dei propri simili è bene che, sin da piccolissimi, vengano fatti socializzare e ripresi in presenza di comportamenti scorretti.
      Nonostante questa necessaria e importantissima premura la presenza e l’attenzione del padrone saranno sempre richiesti.

    • In quanto a cani interni al nucleo familiare le precauzioni da prendere sono le stesse: la socializzazione e l’educazione alla compagnia di altri cani fin dalla tenera età è fondamentale.
      In caso di introduzione di un altro cane in famiglia sarà bene far conoscere i due in precedenza, dando così modo al Rottweiler di non percepirlo né come usurpatore né tantomeno come minaccia.
      Nonostante ciò è caldamente sconsigliata la compagnia domestica di altri cani di grandi dimensioni con tendenza ad imporsi, soprattutto in caso di esemplari dello stesso sesso (maschile soprattutto).

    4

    4. Rottweiler con gli sconosciuti

    Per ciò che concerne gli sconosciuti, o comunque le persone esterne al nucleo familiare, si può fare un discorso analogo a quello riguardante gli altri cani.

    Il Rottweiler va fatto socializzare fin da giovanissimo anche con altre persone, da familiari e amici fino ai passanti e agli altri padroni di cani che chiederanno di fargli una coccola.

    In tutti questi casi, soprattutto all’inizio, la presenza e la prontezza d’intervento del padrone saranno sempre richiesti, ma solo grazie a questo sforzo iniziale potranno limarsi eventuali eccessi di protettività e aggressività da parte del Rottweiler.


    Tenendo sempre conto che stiamo parlando di un cane da guardia, la diffidenza nei confronti degli altri esseri umani si manifesta in maniera meno preponderante rispetto a quella dimostrata ad altri cani (situazioni di reale minaccia a parte).

    5

    5. Rottweiler col padrone

    Su questo punto si potrebbe dire tantissimo, ma è molto più semplice e utile sintetizzare: il Rottweiler, nei confronti del padrone giusto, si dimostrerà un compagno di ineccepibile fedeltà, lealtà e compagnia. 

    Non si pensi però che essere un padrone giusto per un Rottweiler sia semplice, per questo motivo un cane del genere è consigliabile soltanto a cinofili esperti o padroni già navigati. 

    L’umano che si occuperà del Rottweiler dovrà mostrarsi gentile, generoso nell’affetto e nel tempo messo a disposizione del cane, mai violento o aggressivo, rigoroso ed equilibrato nell’addestramento, fermo nelle proprie decisioni e capace di imporre la propria dominanza (nonché di affidare un valido compito) al cane.


    Se il padrone in questione saprà indossare tali vesti il Rottweiler non potrà che dimostrarsi un cane eccezionale per lui, la sua famiglia e la vita di tutti quelli che gli staranno attorno.

    6

    6. Aggressività del Rottweiler

    Il Rottweiler non è un cane propriamente e immancabilmente aggressivo, ma la naturale reazione alle minacce percepite da questo cane, dettate anche dal prevaricante istinto protettivo, potrebbe esserlo.


    Il morso del Rottweiler poi può dimostrarsi estremamente pericoloso ma, ed è questo che molte persone non comprendono, non si sta parlando di un cane di per sé mordace. 

    Senso di protezione e aggressività sono due istinti ben diversi e, grazie all’educazione e all’addestramento, il primo può essere addomesticato per ridurre al minimo i rischi dettati dal secondo. 

    Lasciare il Rottweiler solo in casa, abbandonato a sé stesso in giardino (magari pure legato) e senza la possibilità di socializzare precocemente non è la soluzione alla presunta aggressività del cane, ma la causa!


    La tendenza di un Rottweiler ad attaccare un altro cane, a ringhiare nei confronti di uno sconosciuto o a inseguire e cacciare altri animaletti considerati come prede sarà determinata, e a questo punto non dovrebbe più essere una sorpresa, dall’addestramento.

    7

    7. Ruolo dell'addestramento per il Rottweiler

    Se non si fosse ancora capito l’addestramento e, ancora più fortemente, l’educazione hanno un ruolo fondamentale nella gestione di un Rottweiler.


    Ambedue le cose ricadranno immancabilmente sulla responsabilità del padrone, che dovrà essere in grado di adempiere al proprio compito al massimo delle sue possibilità.


    L’intera esistenza del Rottweiler, nonché la qualità delle sue interazioni familiari ed extrafamiliari, saranno influenzate dall’educazione ricevuta, per questo motivo l’addestramento va preso molto seriamente.


    L’intelligenza, la volontà e l’ammirazione del Rottweiler nei confronti del padrone sicuramente gioveranno alla buona riuscita del processo in questione.

    Cosa tenere in considerazione prima di adottare un Rottweiler

    addestramento cane addestrare un cane cani da guarda durante corso di obedience.

    Dopo i tanti paragrafi appena affrontati dovresti essere in grado di capire di cosa hai o avrai bisogno per adottare e crescere un bravo, fedele e sereno Rottweiler.

    Per tua comodità provvedo comunque a redigere una lista dei punti fondamentali che dovrai prendere in considerazione a tale scopo, la troverai immediatamente a seguito:

    • Attenzioni speciali riguardo alle eventuali problematiche di salute che il cane potrebbe riscontare.
    • Impegno nel mantenere e studiare assieme al veterinario un’alimentazione sana ed equilibrata per il Rottweiler.
    • Premura di dedicare sufficienti (quindi abbondanti) tempo e attenzioni al Rottweiler, permettendogli di esprimere al meglio le proprie energie fisiche.
    • Imperativo assoluto di far socializzare il cane fin dalla tenera età con altre persone e suoi simili, correggendolo in caso di necessità.
    • Attenzione costante nelle interazioni, soprattutto se le prime, del cane con gli altri.
    • Dedizione altrettanto ferrea nell’educare e addestrare il Rottweiler con fermezza, regolarità, equilibrio e affetto.

    Solo seguendo queste importantissime direttive sarai in grado di assicurare a te stesso e al tuo cane una vita pacifica, armoniosa e priva di tantissime preoccupazioni che, purtroppo, affliggono i padroni irresponsabili e coloro che gli stanno vicino.

    Facendo le dovute attenzioni invece il Rottweiler saprà dimostrarsi non solo un impeccabile cane da guardia, ma anche un fedele amico e un inseparabile compagno di vita.

    Conclusione

    Rottweiler – Addestramento, Carattere, Cura, Salute & Prezzo 1

    Da dove partire? Dal mio corso di addestramento per cani!

    Immagino che la tua mente sarà già volata ai vari interrogativi riguardanti l’addestramento del tuo magari futuro) Rottweiler e, se me lo vorrai permettere, cercherò di alleviare il tuo impegnativo fardello.

    Per addestrare il tuo amatissimo Rottweiler infatti potrai servirti, anche solo in maniera ausiliaria, del mio personalissimo corso di addestramento per cani. La mia pluriennale esperienza da cinofilo e amante dei cani (questo da sempre però) mi ha permesso di realizzare un libro contenente tutti i miei segreti, le strategie e le tecniche per educare efficacemente un cane.

    Si tratta di un lavoro pregno di passione ed esperienze, pieno di contenuti facilmente comprensibili e attuabili e in vendita ad un prezzo realmente accessibile.

    Se un piccolo Rottweiler è nei tuoi futuri piani ti raccomando di dare un’occhiata alla mia pagina web per scoprirne di più.

    Cosa Fare Ora?

    Detto ciò non posso che ringraziarti per essere giunto alla fine di questo articolo. Spero davvero di esserti stato d’aiuto, ti invito nuovamente a scoprirne di più sul mio corso d’addestramento e ti auguro di trovare la sicurezza, la gioia e la fedeltà che solo un Rottweiler sarà capace di darti.

    A presto!

    Condividi questo articolo con i tuoi amici

    Condividi su facebook
    Condividi su google
    Condividi su twitter
    Condividi su pinterest
    Condividi su whatsapp
    Condividi su email
    Iscriviti al Corso Di Addestramento GRATIS!
    Ho preparato per te un mini corso di addestramento di 12 lezioni che riceverai via email a cadenza giornaliera.
    Conosci Canebook?
    Ho creato il primo social network Italiano specificamente per i padroni di cani, ricco di corsi & contenuti gratuiti.
    Scarica la nostra App
    Ricevi gli ultimi articoli e aggiornamenti futuri direttamente sul tuo smartphone.
    Super Cane
    Super Cane è il mio corso di addestramento che ti insegnerà a correggere e gestire i più frequenti disturbi comportamentali del tuo amico a quattro zampe in solamente 8 semplici lezioni!

    Hai qualche Domanda?

    Scrivimi un Messaggio

    Copyright 2020 © The Collienois By Samayo

    >

    Scegli Quale Corso Preferisci!

    Ho creato 2 diversi corsi, uno sull’addestramento cani, e l’altro sulle cose da sapere prima di adottare un cane o comprare un nuovo cucciolo.

    Scegli l'app store del tuo smartphone!

    Una volta scelto verrai reindirizzato/a direttamente alla pagina di download di Google o Apple.

    Ottimo!

    Quale corso preferisci?

    Ho creato due diversi corsi, uno sull'addestramento, e l'altro sulle cose da sapere prima di adottare un cane o comprare un nuovo cucciolo.

    Stop!

    Iscriviti Al Mio Corso Di Addestramento GRATUITO!

    Ho creato per te un mini corso di 12 lezioni che riceverai via email a cadenza giornaliera. Ora non hai più scuse, vuoi migliorare la tua vita e quella del tuo cane, oppure no?

    Corso Addestramento Cani fai da te - come addestrare un cane in 8 semplici lezioni 23

    Molto Bene!

    Scrivi il tuo nome, il nome del tuo cane e la tua email così posso inviarti la prima lezione del mini corso.

    Iscrivendoti accetti di ricevere emails da samayo e dichiari di essere d’accordo con la  Cookie  &  Privacy Policy

    Molto Bene!

    Scrivi il tuo nome e la tua email così posso inviarti la prima lezione del mini corso.

    Iscrivendoti accetti di ricevere emails da samayo e dichiari di essere d’accordo con la  Cookie  &  Privacy Policy