Cane da Pastore Maremmano Abruzzese [Guida Della razza 2020]

La guida sul cane pastore maremmano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

*Questo articolo potrebbe contenere pubblicità o link di affiliazione.

Indice Dei Contenuti
    Add a header to begin generating the table of contents

    Questa è una guida dettagliata (e lunga) sulla razza canina Pastore Maremmano Abruzzese.

    In questo articolo tratterò i seguenti argomenti:

    • Storia e origine del cane Pastore Maremmano Abruzzese
    • Aspetto fisico e caratteristiche standard della razza
    • Salute e patologie del Pastore maremmano
    • Diverse varianti della razza
    • Stile di vita del Pastore abruzzese e se è adatto alla vita da appartamento
    • Prezzo medio di un cucciolo 
    • Alimentazione, toelettatura e cura del pelo
    • Carattere, temperamento e socialità della razza
    • Come si comporta il cane Pastore Maremmano Abruzzese con i bambini, con altri cani, con sconosciuti e con il padrone
    • L'importanza dell'addestramento per questi cani
    • E Molto altro.

    Introduzione & Nozioni generali 

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 10

    Il pastore maremmano abruzzese è un cane davvero incredibile. Non solo per il suo aspetto, bello ma altero, e per il suo fiero temperamento, ma perché in questo cane si fondono millenni di storia, tradizioni e culture della nostra penisola.

    Il pastore maremmano è un figlio d’Italia e, nel corso dei secoli e delle ere, ha servito tanti altri figli d’Italia nostri antenati.

    Questo cane affonda le proprie radici nell’antichità della terra, nell’Appennino italiano ma anche nel cuore del continente europeo: basterebbe questo a renderlo di per sé un animale magnifico e degno d’ammirazione.

    Il pastore maremmano abruzzese però è anche un formidabile cane da lavoro, adatto per la guardia personale, dell’abitazione e delle greggi. 

    Se sei capitato su questo articolo è sicuramente perché ti interessa saperne di più a riguardo e, magari, stai anche pensando di adottare un cucciolone di cane da pastore maremmano.

    Continuando nella lettura verrai in contatto con tutte le informazioni fondamentali per la tua ricerca, ma bada:

    Se stai cercando un cane da compagnia, docile, affettuoso e da tenere in casa ti consiglio caldamente di orientarti su altre razze.

    Storia e origine del cane da Pastore maremmano Abruzzese

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 5

    Le origini del Pastore maremmano abruzzese, come già accennato, rimontano davvero all’alba delle prime civilizzazioni italiche.

    Il nome completo di questo cane sarebbe cane da pastore maremmano abruzzese, indicazione più precisa su dove questa razza si è sviluppata nel corso dei secoli anche se, rispetto la sua origine, si crede in una discendenza comune con tanti altri cani da pastore di origine indoeuropea.

    Rimane comunque il fatto che il Pastore maremmano, che d’ora in avanti chiamerò così per pura semplicità, assunse determinati tratti fisici e comportamentali a seguito del suo continuato impiego presso i pastori e i bovari dell’Appennino centrale italiano.

    Quest’ultimi infatti sfruttarono la mole e il temperamento di questo cane per disporre di un guardiano fidato e temibile al tempo stesso, impeccabile nel servizio reso come protettore delle greggi e realmente intimidatorio per i malintenzionati. 

    La fama e la riconoscenza a questo cane da pastore sono riscontrabili anche nel patrimonio culturale italiano, ricco d’opere d’arte e letterarie, fra cui quelle di Catone, ove si fa riferimento alla fiera figura di questi possenti guardiani.

    Sebbene il primo standard di razza venne fissato nel 1924, fu solo nel 1958 che l’ENCIsancì i canoni standard riconosciuti ancora oggi di questa razza. 

    Questa tardività dipende dal fatto che il pastore maremmano e il pastore abruzzese, pur essendo entrambi bovari presenti in territori relativamente prossimi, erano considerati come appartenenti a razze separate.

    Gli standard cinofili delle associazioni canine hanno tuttavia decretato che, a seguito dell’Unità d’Italia (1861) e nel corso delle millenarie transumanze le due razze avevano ormai finito per fondersi e mescolarsi in maniera talvolta indistinguibile.

    Da quest’ultima aggregazione nasce il cosiddetto cane da pastore maremmano abruzzese, comunemente conosciuto come Pastore maremmano.

    Aspetto fisico e caratteristiche standard del Pastore maremmano

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 8

    In questo paragrafo ci occuperemo dei canoni imposti nel modello italiano di questa razza canina:

    1

    1. Dimensioni e corporatura

    Il Pastore maremmano abruzzese è un cane dalla mole imponente, dall’aspetto magnifico, fiero e maestoso ma rustico e antico al tempo stesso.


    Di costituzione estremamente forte, questa razza conosce un certo eteromorfismo fra i due sessi.


    Le dimensioni dei maschi variano dai 65 ai 73 cm al garrese, con un peso stimato fra i 35 e i 45 kg, quelle delle femmine invece si attestano attorno ai 60 – 68 cm al garrese, per un peso compreso fra i 30 e i 40 kg.

    2

    2. Testa

    Il capo del Pastore maremmano è di grandi dimensioni, ampio, di forma conica ma presentante una certa convessità lungo tutte le sue linee. Lo stop fra muso e cranio è appena accentuato, così com’è quasi impercettibile la minore lunghezza del primo rispetto al secondo.


    La canna nasale procede dritta e leggermente convergente fino al grande tartufo nero, che non deve comunque sporgere eccessivamente. 


    Le labbra del cane non sono né particolarmente sviluppate né particolarmente aderenti, coprono la forte dentatura con chiusura a forbice e sono pigmentate di nero. 


    La bocca è sostenuta da mascelle forti, gli occhi sono di medie dimensioni, dalla forma a mandorla e colorati d’ocra e castano scuro. 


    Le orecchie infine risultano relativamente piccole rispetto alla mole del cane, di forma triangolare, pendenti sul capo ma estremamente mobili.

    3

    3. Busto e arti

    A partire dal cranio discende il tozzo e robusto collo del Pastore maremmano abruzzese, corto più della testa ma molto possente e muscoloso, ricoperto fra l’altro da un fittissimo collare di pelo.


    La linea del dorso è regolare fino alla groppa leggermente scoscesa, il busto è comunque più sviluppato il lunghezza che in altezza. 


    Il torace del cane è ampio, profondo fino al gomito, dalle costole ben arcuate e distanziate fra loro. 


    Le spalle possenti sorreggono i forti arti anteriori, ben dritti e dall’ossatura pesante. 


    Gli arti posteriori sono ugualmente ben proporzionati, dotati di ossa robuste e muscolatura ben sviluppata, discesi dritti all’altezza del garretto. 


    Le zampe del cane sono grandi, di forma perlopiù rotondeggiante, con le dita ben serrate fra di loro e dure unghie di colorazione scura. 


    La coda del Pastore maremmano è portata bassa quando il cane è a riposo e alla linea del dorso quando invece è in azione, in lunghezza supera il garretto posteriore ed è dotata di folto pelo non frangiato.

    4

    4. Pelo e tinte

    Il manto del Pastore maremmano è estremamente folto e abbondante su tutto il corpo, anche se non distribuito uniformemente. Se fra cranio, muso e parti finali degli arti risulta portato corto, su tutto il resto del corpo appare invece lungo (fino a 8cm sul tronco), talvolta lievemente frangiato, ben aderente alla linea del corpo anche se leggermente ondulato. 


    Il pelo del mantello è ispido e ruvido al tatto, a cui è sottoposto un fittissimo strato di sottopelo che si forma solo in prossimità della stagione invernale. 


    Le colorazioni del manto possono spaziare dal bianco all’avorio, in tinta rigorosamente monocolore e dalle sfumature accettate fino all’arancione pallido e al giallo limone.

    Varianti del cane da Pastore maremmano

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 9

    Trattandosi il cane da pastore maremmano abruzzese di una razza creata ad hoc per comprendere una varietà di esemplari fra loro simili, è chiaro come da questo raggruppamento siano derivate alcune discriminazioni.

    All’interno della medesima razza sono difatti individuabili numerosissimi tipi e sottotipi di cani da pastore fortemente legati al territorio abruzzese. 

    Quest’ultimi o sono stati esclusi dalla categoria dei Pastori maremmani o, essendo catalogati appunto come tipi interni alla razza, vi sono stati inclusi.

    Senza soffermarci troppo su questi cavilli e sulle peculiarità di ciascuna tipologia, ecco a te un elenco dei tipi riconosciuti di pastore maremmano abruzzese:

    • Tipo maremmano: variante sulla quale è stato basato lo standard, originaria dell’Abruzzo, più piccola e aggressiva delle altre.
    • Tipo aquilano: variante di dimensioni imponenti (75 – 83 cm e oltre, 60 – 80 kg di peso) e dalle fattezze longiformi e dalla dentatura a tenaglia.
    • Tipo marsicano: variante anch’essa molto imponente (70 – 75 cm al garrese), con cranio e petto particolarmente ampi e dentatura a forbice.
    • Tipo di Pescocostanzo: tipo di pastore abruzzese dalle dimensioni più contenute (60 – 70 cm) e dalla linea allungata, dalle fattezze lupine, fortemente territoriale nonché apprezzatissimo e instancabile compagno di lavoro.
    • Tipo di Peligno: variante simile a quella aquilana, dalle dimensioni talvolta ancora maggiori, dalle fattezze che ricordano quelle dell’orso e dal carattere più duro. La progressiva scomparsa dei lupi e dei pastori ha determinato anche il drastico calo di tali esemplari.
    • Tipo della Majella: una sorta di via intermedia fra l’aquilano e il pastore di Pescacostanzo, riconoscibile soprattutto per la folta criniera di pelo che cresce fra collo e petto e che gli conferisce un aspetto leonino.
    • Tipo a pelo raso: esemplare di pastore oramai praticamente estinto, dalla struttura simile a quella dell’aquilano ma dalle sembianze più vicine al marsicano (dunque più tipiche dei molossidi) ma dal pelo completamente e uniformemente raso.
    • Tipo baffuto: derivante da incroci con linee di sangue non abruzzesi, questo esemplare si distingue per una folta peluria all’altezza del muso.

    Allevamento del Pastore maremmano abruzzese

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 3

    Se fino a un centinaio d’anni fa, possibilmente anche meno, non ci si sarebbe mai sognati di pensare a una reale distinzione fra linee d’allevamento per un cane come il Pastore maremmano, oggi questa demarcazione è in qualche modo individuabile. 

    Naturalmente questo possente cane resta prevalentemente da intendersi come cane da lavoro, funga da pastore, bovaro o semplice cane da guardia. 

    Tuttavia gli allevamenti che puntavano a creare esemplari conformi ai rigidi standard di razza hanno selezionato privilegiando tratti fisici e caratteriali più ingentiliti e meno rustici.

    Questa tendenza ha influito sicuramente sulla concezione odierna del cane da pastore maremmano abruzzese che, al di là del suo ruolo ancestrale, viene riconosciuto anche sotto spoglie più graziose per così dire, meno selvatiche e più urbane.

    Non si dimentichi però che sempre di un cane da lavoro si tratta e, a meno che non si voglia stravolgere la sua natura, il Pastore maremmano abruzzese appartiene ad un certo tipo di realtà ben precisa.

    Salute e patologie del Pastore maremmano

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 7
    Il Pastore maremmano abruzzese, pur non esente da patologie congenite o acquisite, è un cane che vanta una salute di ferro. 

    La sua eredità millenaria di lavori, sforzi e adattamento l’ha reso un cane particolarmente difficile da scalfire e dotato di un’ostinata longevità: nonostante le dimensioni alcuni esemplari possono giungere fino ai 14 anni di età, con una media che si aggira attorno ai 12.

    Le problematiche che maggiormente affliggono la salute dei Pastori maremmani abruzzesi sono quelle tipiche dei cani di grossa stazza: displasie articolari (anca e ginocchio) e torsione dello stomaco.

    Oltre a queste però altre malattie o tare ereditarie, oltre a presentarsi con incidenza minima, tendono a sortire effetti molto limitati.

    Come e dove far vivere un cane da Pastore maremmano

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 6
    Quasi inutile dirlo, ma il Pastore maremmano abruzzese non è assolutamente e non potrà mai essere un cane da appartamento. 

    Non vi sono espedienti che permettano di adattare questa razza ad un contesto che non gli appartiene e le ragioni a tal proposito sono molteplici.

    Se già la stazza dovrebbe dissuadere chiunque rispetto al far vivere un pastore maremmano abruzzese in un avveniristico appartamentino in centro città, vi si mette in mezzo anche la natura del cane. 

    Esso infatti necessita non solo di attività, esercizio e movimento che gli permettano di dar sfogo alla propria forza, ma anche di grandi spazi aperti dei quali dovrà sentirsi, se non padrone, perlomeno custode.

    Il suo istinto guardingo non potrà essere rinchiuso all’interno di quattro mura e, se è per questo, nemmeno dal padrone. 

    Qualsiasi addestramento o educazione (per quanto fondamentali) non potranno mai sopprimere la natura di protettiva indipendenza tipica del Pastore maremmano abruzzese, che per tutta questa serie di ragioni non risulta affatto adatto per padroni di scarsa esperienza o dalla tempra poco forgiata.

    Prezzo e costi di un cucciolo di Pastore maremmano abruzzese

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 4

    Il prezzo di un cucciolo di Pastore maremmano abruzzese non è sicuramente fra i più alti, attestandosi fra gli 800 e i 1500 euro di spesa. I costi di mantenimento del cane al contrario potrebbero rivelarsi leggermente più salati, ma anche in questo caso nemmeno troppo.

    Oltre alla buona e generosa dose di cibo di cui dovrà disporre questo cane da pastore, andranno tenute in considerazione le spese per l’addestramento e, in maniera saltuaria, anche quelle per un eventuale toelettatura.

    Toelettatura e cura del pelo del Pastore maremmano abruzzese

    Come spazzolare, tagliare, asciugare e lavare il cane come un professionista. 11

    Com’è facile immaginare il manto di un cane come il Pastore maremmano abruzzese subirà inevitabilmente l’assalto da parte di sporcizia, residui vegetali di ogni genere, ma anche di insetti e parassiti.

    Tuttavia i folti strati di pelo che formano il mantello di questa razza sono ispidi, duri e spesso inestricabili per questo tipo di ospiti indesiderati.

    Se l’esemplare di Pastore maremmano vive all’aperto comunque, condizione di vita assai preferibile per questo cane, sarà bene premurarsi di dargli qualche spazzolata settimanale di modo da ridurre al minimo il rischio di malattie parassitarie o l’eccessiva formazione di peli morti e sporcizia.

    La muta del Pastore maremmano avviene gradualmente a partire dalla primavera fino all’autunno successivo, quando al bussare del freddo si riformerà il sottopelo completamente perso nei mesi più caldi.

    Alimentazione del cane da Pastore maremmano

    Alimentazione e dieta BARF per cani - Nutrizione del cane a base di carne cruda, ossa carnose, pesce crudo, organi, viscere, frutta e verdura 10

    Originariamente la dieta del Pastore maremmano era assai lontana da quella che intendiamo per i cani moderni.

    Al contrario, la sua alimentazione si basava sui prodotti (e gli scarti) resi dall’attività pastorizia, fra cui le parti separate dal latte (come il siero), verdure, frumento, avanzi di pane e poca carne.

    Anche a causa di questa dieta la crescita del cane da pastore maremmano abruzzese si dilata molto più lentamente rispetto a quella di altri cani di grossa taglia, giungendo al suo apice ai 2-3 anni di età.

    Oggigiorno i mangimi industriali, ma non solo, sono in grado di coprire il fabbisogno della più svariata quantità di cani possibili e immaginabili, fra i quali v’è senz’altro anche il Pastore maremmano abruzzese.

    Al fine di garantire un’alimentazione sana ed equilibrata a un esemplare di questa razza è sempre e comunque raccomandabile rivolgersi al proprio veterinario di fiducia.

    Carattere del Pastore maremmano abruzzese

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 1

    Conoscere a pieno un cane, e di conseguenza sapersene prendere cura, significa comprendere la natura, gli istinti e i tratti che lo caratterizzano.

    Nel caso del Pastore maremmano abruzzese questa operazione risulta ancor più importante poiché, al fine di garantire una buona vita tanto al cane quanto al padrone, conoscere e sapersi adoperare di fronte al temperamento di questa razza è fondamentale.

    Tutto ciò non solo richiede una buona dose d’esperienza, acquisibile soltanto sul campo, ma anche tanta pazienza, disponibilità di adattamento al cane e reale comprensione della sua natura.

    Soltanto in questo modo infatti potrai apprezzare a pieno le doti del cane da pastore maremmano abruzzese, nonché guadagnarti la sua fiducia, il suo rispetto e la sua lealtà.

    1

    1. Temperamento e socialità del Pastore maremmano

    Per descrivere il temperamento del cane da pastore maremmano abruzzese esiste un espediente semplice ma piuttosto efficace: guardare e considerare da dove viene. 


    La provenienza appenninica di questo cane infatti risponde sinteticamente a tutte le domande del suo carattere mediante lo stereotipo, forse anche un po’ abusato, che si tende ad affibbiare alle genti di montagna, o montanari.


    Lo spirito “montanaro”, stereotipi a parte, calza perfettamente la figura del Pastore maremmano: indipendente, amante della libertà e degli spazi aperti, talvolta schivo e solitario, perlopiù diffidente, fortemente legato alla propria terra e alla propria casa, difficilmente sottomettibile ad una qualsiasi autorità.


    Tutte queste caratteristiche rendono unico e apprezzabile il Pastore maremmano abruzzese che, nella sua fiera alterigia, sa concedere affetto, rispetto, lealtà e obbedienza soltanto a coloro che sapranno porsi a lui nella medesima maniera.


    Ogni comportamento di questo cane è da considerarsi come diretta risposta ad uno stimolo esterno poiché, da animale intelligente ed autonomo qual è, è disposto a mettere a servizio le sue grandi doti soltanto a chi se ne dimostri degno.


    2

    2. Pastore maremmano coi bambini

    Il Pastore maremmano abruzzese non è esattamente il cane perfetto da abbinare alla compagnia di bambini, soprattutto se esterni al nucleo familiare.


    Nei confronti dei piccoli di famiglia invece non è che questo cane rappresenti una minaccia, al contrario semmai, tuttavia non sarà mai un vero e proprio compagno di giochi per loro.


    Il loro spiccato senso di percezione e comprensione delle situazioni spingerà il Pastore maremmano, soprattutto se aiutato dal padrone, a considerare i bambini come agnellini del proprio gregge, dunque soggetti prioritari dei suoi compiti di protezione.


    Nonostante ciò un esemplare di questa razza non sarà mai disposto a sopportare scherzi, dispetti o prevaricazioni delle proprie necessità da parte del bambino, che per questo andrà educato nei rapporti col cane almeno quanto (se non di più) il cane nei rapporti col bambino.


    3

    3. Pastore maremmano con gli altri cani

    Nei confronti degli altri cani, tanto esterni quanto interni al nucleo familiare, il Pastore maremmano abruzzese si dimostra un cane incredibilmente tollerante e, se non propriamente socievole, perlopiù pacifico.


    Questo perché da secoli abituato a convivere e collaborare a stretto contatto coi propri simili e, a patto che quest’ultimi non interferiscano coi propri compiti, il pastore maremmano abruzzese saprà comportarsi in maniera impeccabile.


    Raramente si concederà veri e propri momenti di gioco assieme a cani che non facciano parte del suo stesso branco, ma ugualmente non mostrerà mai segni di intolleranza, fastidio o aggressività senza motivo.

    4

    4. Pastore maremmano con gli sconosciuti

    Nel rapporto con gli sconosciuti il cane da pastore maremmano abruzzese dà invece prova di tutta la sua naturale ostilità. 

    L’uomo estraneo alla famiglia e alle proprietà del padrone è da sempre considerato da questo cane come rappresentante di un estremo pericolo, di conseguenza non esiterà a fargli intendere se potrà o meno avvicinarsi al suo territorio. 

    Questo atteggiamento è il frutto di millenni di serrate abitudini e lavori, per cui oramai il ruolo di “bianco guardiano” gli è penetrato sottopelle.


    La poca tolleranza del Pastore maremmano nei confronti degli estranei non potrà mai essere né “corretta” né tantomeno rimossa: bisogna ricordare e rispettare la natura di questo cane. 


    Un adeguato processo di socializzazione potrà comunque limare alcune asperità del carattere di questi esemplari che, grazie all’aiuto del padrone, potranno ancor meglio distinguere chi rappresenta una minaccia reale e chi no.


    5

    5. Pastore maremmano col padrone

    Rispetto a moltissime altre razze di cane il Pastore maremmano abruzzese non può essere realmente sottomesso alla volontà del padrone.


    L’autorità influisce sicuramente sui suoi comportamenti e sui compiti che deve e sente di dover assolvere, ma da vero montanaro qual è questo cane ne prenderà sempre e comunque le distanze.


    Ciò non significa che si mostrerà distaccato e anaffettivo nei confronti del padrone, tuttavia non sentirà il dovere di rispondere ad ogni sua esigenza, tantomeno ad ogni suo comando. 

    Il Pastore maremmano è un cane che, per concedere rispetto e fiducia, deve ricevere segnali di pari misura e intensità. 

    Padroni poco solidi o equilibrati, poco coerenti, o al contrario troppo autoritari, irragionevoli e pretenziosi non solo non verranno ascoltati e rispettati dal cane, ma nemmeno entreranno nelle sue grazie. 


    Per questo motivo si dice, con ragion di causa, che il cane da pastore maremmano abruzzese è adatto solamente a cinofili esperti e padroni di cani particolarmente capaci, dotati di polso fermo ma anche di ragionevolezza, conoscenza e comprensione dell’animale che hanno di fronte.


    Se il padrone saprà dimostrarsi sufficientemente responsabile per ispirare al Pastore maremmano quel misto di rispetto, autorità e fiducia il cane si mostrerà leale, fedele e impeccabile nei compiti che gli verranno affidati, talvolta persino amorevole e affettuoso.


    Nonostante ciò non potrà mai essere sottomesso completamente ai “capricci” del compagno umano, rispetto al quale manterrà comunque un ragionevole margine di indipendenza.


    Questa caratteristica del Pastore maremmano abruzzese non va assolutamente intesa come un difetto, tutto il contrario semmai. 


    Va però tenuto in considerazione che un temperamento del genere non solo non si addice a tutti i padroni, ma nemmeno si addice a tutte le situazioni familiari ove si desideri un cane.

    6

    6. Aggressività del Pastore maremmano

    Il cane da pastore maremmano abruzzese non è assolutamente un cane insensatamente aggressivo.


    Ogni sua azione e reazione sarà calcolata razionalmente, per di più la versatile e perspicace intelligenza di questo cane gioca a sfavore dell’aggressività pura.


    Nonostante ciò va considerato che il Pastore maremmano presenta uno spirito guardingo e diffidente, soprattutto nei confronti delle persone estranee, e per questo motivo va sempre messo in condizione di comprendere chi rappresenta o meno una minaccia.


    Chiarito questo punto è bene specificare che il rischio di aggressioni nei confronti di altri cani, animali o bambini è qualcosa di praticamente nullo.


    Il cane da pastore maremmano abruzzese è infatti un animale essenzialmente privo di istinto predatorio, proprio perché il suo ruolo ancestrale era quello di difendere le sue greggi e i suoi proprietari, categoria comprensiva di svariati animali, cose e persone.


    L’aggressività in questa razza non è dunque un qualcosa di cui preoccuparsi se non in modo puramente circostanziale, poiché un Pastore maremmano non si agirà mai in tal senso senza una valida ragione per farlo.


    7

    7. Ruolo dell’addestramento per il Pastore maremmano

    Come avrai capito il Pastore maremmano abruzzese ha un carattere deciso a dir poco, forgiato da una ferrea tempra mentale ancor prima che fisica. 

    Per essere in grado di gestire, più che controllare, un cane del genere è fondamentale impartirgli un valido addestramento e un’adeguata socializzazione. 

    Non immaginarti il classico addestramento basato sul “seduto!”, oppure sul “a terra!”, “gira su te stesso”, “allunga la zampa!” e via dicendo.


    L’addestramento del cane da pastore maremmano deve riguardare specialmente il suo ruolo da custode della proprietà, i suoi comportamenti in presenza di altre entità, siano esse umane o animali, e il rispetto del proprio ruolo.


    Questo cane mal si adatta a rispondere ai classici comandi basati su richiamo-risposta-ricompensa proprio in virtù della sua natura fiera, dignitosa e indipendente.


    Tuttavia il fulcro dell’addestramento sarà quello di far comprendere al cane a quale figura deve la sua fedeltà, la sua obbedienza e il suo rispetto.


    In questi termini, ci tengo a ribadirlo, addestrare un Pastore maremmano è realmente imperativo.

    Cosa tenere in considerazione prima di adottare un Pastore maremmano

    la guida sul cane pastore maremmano abruzzese 2

    Giunto a questo punto dovresti aver bene a mente quali sono le raccomandazioni e le premure da tenere nel caso volessi adottare un Pastore maremmano abruzzese

    Per semplificarti le cose, o comunque per raggruppare un po’ meglio le idee, ecco a te una lista dei requisiti da soddisfare se vorrai essere il felice padrone di un cane da pastore maremmano abruzzese.

    • Prendersi cura della salute del cane, soprattutto per ciò che concerne il pelo.
    • Avere a disposizione spazi aperti sufficienti per garantire al Pastore maremmano un territorio dove esercitare il proprio dovere, dove sfogarsi e dove trovare il proprio angolo di libertà.
    • Fornire al cane adeguati ripari, cibo e cure per ripagarlo del proprio impegno.
    • Saper comprendere a pieno il carattere e la natura di questo cane, senza tentare di mutarla o imporre coercitivamente la propria volontà su di essa.
    • Avere la premura di informare le persone vicine al cane su come comportarsi in sua presenza, così come al cane si insegna il corrispettivo.
    • Essere dotati di sufficiente responsabilità e ragionevolezza non solo per adottare un Pastore maremmano, ma anche per saperlo addestrare a dovere.

    Se sarai ligio rispetto a questi punti e avrai il buonsenso di rispettarli potrai davvero vantare un cane come non ne esistono al mondo.

    Il Pastore maremmano abruzzese non solo rappresenta un’assoluta sicurezza per ciò che concerne la tutela dei propri beni e dei propri cari, è altresì un cane che saprà donarti e insegnarti tantissimo, ripagandoti con rispetto e onore delle cure che avrai di lui.

    Conclusione

    Cane da Pastore Maremmano Abruzzese [Guida Della razza 2020] 1

    Da dove partire? Dal mio corso di addestramento per cani!

    Se stai pensando seriamente di adottare un cucciolo di cane da pastore maremmano abruzzese ma non hai bene idea da dove partire niente paura, sono qui per aiutarti.

    Oltre ad essere uno sfegatato amante di cani ho dedicato numerosi anni della mia vita nella loro cura ed educazione, riuscendo finalmente a realizzare un mio personalissimo corso di addestramento per cani.

    Qualunque genere di cane troverai a dover gestire questo corso saprà fornirti spunti, informazioni, tecniche e contenuti super accessibili, attuali e adatti ad ogni tipo di situazione.

    Inoltre, rispetto alla concorrenza, saprà offrirti soluzioni realistiche e concrete per aiutarti nell’addestramento ad un prezzo davvero alla portata di tutti.

    Per qualsiasi tipo di informazione aggiuntiva ti consiglio di visitare la mia pagina web ufficiale.

    Cosa Fare Ora?

    Ebbene eccoci arrivati alla fine di questo articolo sull’incredibile, magnifico e troppo spesso incompreso cane da pastore maremmano abruzzese.
    Spero di esserti stato d’aiuto, ti invito nuovamente a scoprirne di più riguardo al mio corso d’addestramento per cani e ti auguro ti godere a pieno della fiera compagnia del Pastore maremmano che hai sempre voluto.

    A presto!

    Condividi questo articolo con i tuoi amici

    Condividi su facebook
    Condividi su google
    Condividi su twitter
    Condividi su pinterest
    Condividi su whatsapp
    Condividi su email
    Iscriviti al Corso Di Addestramento GRATIS!
    Ho preparato per te un mini corso di addestramento di 12 lezioni che riceverai via email a cadenza giornaliera.
    Conosci Canebook?
    Ho creato il primo social network Italiano specificamente per i padroni di cani, ricco di corsi & contenuti gratuiti.
    Scarica la nostra App
    Ricevi gli ultimi articoli e aggiornamenti futuri direttamente sul tuo smartphone.
    Super Cane
    Super Cane è il mio corso di addestramento che ti insegnerà a correggere e gestire i più frequenti disturbi comportamentali del tuo amico a quattro zampe in solamente 8 semplici lezioni!

    Hai qualche Domanda?

    Scrivimi un Messaggio

    Copyright 2020 © The Collienois By Samayo

    >

    Scegli Quale Corso Preferisci!

    Ho creato 2 diversi corsi, uno sull’addestramento cani, e l’altro sulle cose da sapere prima di adottare un cane o comprare un nuovo cucciolo.

    Scegli l'app store del tuo smartphone!

    Una volta scelto verrai reindirizzato/a direttamente alla pagina di download di Google o Apple.

    Ottimo!

    Quale corso preferisci?

    Ho creato due diversi corsi, uno sull'addestramento, e l'altro sulle cose da sapere prima di adottare un cane o comprare un nuovo cucciolo.

    Stop!

    Iscriviti Al Mio Corso Di Addestramento GRATUITO!

    Ho creato per te un mini corso di 12 lezioni che riceverai via email a cadenza giornaliera. Ora non hai più scuse, vuoi migliorare la tua vita e quella del tuo cane, oppure no?

    Corso Addestramento Cani fai da te - come addestrare un cane in 8 semplici lezioni 23

    Molto Bene!

    Scrivi il tuo nome, il nome del tuo cane e la tua email così posso inviarti la prima lezione del mini corso.

    Iscrivendoti accetti di ricevere emails da samayo e dichiari di essere d’accordo con la  Cookie  &  Privacy Policy

    Molto Bene!

    Scrivi il tuo nome e la tua email così posso inviarti la prima lezione del mini corso.

    Iscrivendoti accetti di ricevere emails da samayo e dichiari di essere d’accordo con la  Cookie  &  Privacy Policy